Carrello 0

Marte e Venere.

Quando guardo al modello della nascita istituzionale, dove la donna non c’è, il bambino è oggetto separato dalla madre e proprietà sociale, dove i padri sono ammutoliti e i neonati intontiti, mi rendo conto di essere su un altro pianeta della nascita: Marte, abitato da donne e uomini, dove domina il maschile, il ferro, la durezza e la debolezza, la ferita. …

Continue reading

LA FISIOLOGIA PERDUTA.

Editoriale di Verena Schmid, tratto dal n. 97 di D&D LE SITUAZIONI LIMITE IN GRAVIDANZA. Nei quasi 40 anni della mia professione ho potuto osservare che le gravidanze, i parti semplici, sani, normali sono diventati sempre più rari. Lo osservano anche molte ostetriche che lavorano con la “fisiologia”. E allora, cos’è cambiato? C’è meno salute di base? Le donne non sono più capaci? C’è una marcatura epigenetica negativa? C’è una sovradiagnosi di patologia? Oppure lo…

Continue reading

OMBRE SULLA MADRE.

Obiettivo centrale dell’assistenza al puerperio è far star bene la madre, farla uscire dall’ombra, sostenerla nel suo compito di crescere il suo bambino, crescerlo insieme, in una rete sociale, oltre al creare salute, nell’immediato e a lungo termine. (…)
L’ostetrica potrebbe avere un ruolo centrale, non solo nell’assistenza, ma nel progettare e supervisionare le attività attorno al puerperio e nel primo trimestre dell’esogestazione.

Continue reading

MOLTE DOMANDE, POCHE RISPOSTE.

Editoriale di Verena Schmid, tratto dal n. 93 di D&D MATERNITA’ E PATERNITA’ SURROGATE. Maternità, paternità surrogate, gravidanza, concepimento surrogato… queste le nuove frontiere dell’ostetricia e del dare la vita! Un tema caldo anche per le ostetriche che si troveranno di fronte a queste situazioni a conti fatti: nascerà un bambino, con due, tre o quattro genitori che contribuiscono in vario modo al suo divenire e alla sua identità. Ma madre e padre possono essere…

Continue reading

SOTTOSOPRA – DOVE C’E’ MOVIMENTO C’E’ SALUTE.

E’ importante che l’ostetrica, tutrice e promotrice della fisiologia, si renda conto che quando invita una donna a distendersi sul lettino sulla schiena opera un effetto nocebo e mette a rischio il benessere di quella donna e quel bambino.
Quindi agisce in modo non professionale. Anche se è costretta, l’azione rimane non professionale (codice etico internazionale).

Continue reading

IL PESCE NON VEDE L’ ACQUA

Cure post moderne per la maternità. Articolo tratto da D&D N.65 “IL PARTO A DOMICILIO – OGGI” Giugno 2009. A cura di MARSDEN WAGNER Pediatra, Epidemiologo dell’OMS. FISH CAN’T SEE WATER: THE NEED TO HUMANIZE BIRTH International Journal of  Gynecology  and Obstetrics, 75,  supplement s 25-37, 2001. Traduzione di NADIA  ROVELLI. Come i pesci non possono vedere l’acqua in cui nuotano, coloro che si occupano di nascita – siano essi dottori, ostetriche o infermiere, che…

Continue reading

IL BAMBINO COMPETENTE – IL CORDONE DIVENTA SIMBOLO.

Editoriale di D&D n. 89, di Verena Schmid. Giugno 2015 Continua un ampio dibattito attorno al tempo del taglio del cordone, che è stato portato fino dentro al governo da CoRDiN, la nuova associazione di genitori e operatori. Lo riprendiamo anche noi in questo numero, sia dal punto di vista pratico che politico, ma soprattutto simbolico. Il cordone diventa simbolo per una transizione diversa, per un diverso concetto del bambino, per la perdurante unione madre-bambino.…

Continue reading